Crea sito

rassegna stampa

Il fascino intatto del Vivaldi parigino.

Riccardo Petito (IL GAZZETTINO, 6 maggio 2018)

Un Vivaldi inedito nel volume di Allegro.

L’evento presentato alla BIT 2018.

Jessica Floris (LA LOMELLINA, 14 febbraio 2018)

Date a Vivaldi ciò che è di Vivaldi: un Concerto in Do maggiore.

Fabrizio Basciano (IL FATTO QUOTIDIANO,

29 novembre 2016)

E’ del musicista mortarese Roberto Allegro la colonna sonora del film “Homo Faber”, per la regia di Richard Dindo, che sarà presentato in anteprima mondiale giovedì 14 agosto al 67mo Festival internazionale del Film di Locarno. Una vera e propria novità che porta sulla scena internazionale il racconto dell’omonimo romanzo di Max Frisch e le musiche del Maestro Roberto Allegro. “Tutto è cominciato con una telefonata – spiega il maestro Roberto Allegro – mi chiedevano se potevano utilizzare mie musiche per un film. Confesso che credevo fosse uno scherzo e subito non ho dato peso. Poi invece tutto si è dimostrato reale e per me è un onore che mie musiche siano piaciute al regista Richard Dindo e siano state scelte come colonna sonora di un film”. La pellicola che avrà come protagoniste Marthe Keller, Daphné Baiwir, Amanda Barron, sarà proiettata in prima mondiale giovedì 14 agosto, alle ore 17, al Festival del Film di Locarno, in lingua originale, quindi in tedesco. Nella mattinata successiva arriverà anche la versione in italiano. Il film riprende la storia del personaggio Walter Faber, un ingegnere meccanico di successo con una visione del mondo completamente tecnica, in perenne conflitto fra uomo e macchina, protagonista del romanzo Homo Faber di Max Frisch. Le composizioni che costituiscono la colonna sonora originale del film sono tratte dall’opera “In memoriam aeternam” che Roberto Allegro ha composto nell’anno 2001 e prodotta discograficamente nel 2002 per la casa discografica WR Records di Venezia. Questa prestigiosa opportunità è solo l’ultima in ordine di tempo per un musicista, che insieme alla sua famiglia (moglie e tre figli) continua a ricevere premi, anche internazionali. Un amore completo per la musica che lo porta in giro per il mondo ad esibirsi con prestigiose orchestre. Ora nella veste di autore della colonna sonora del film “Homo Faber” che arriverà a settembre nelle sale italiane. Giorgio Giuliani

(ARALDO LOMELLINO, 1 agosto 2014)

Vallecrosia: ottimo successo ieri sera al Don Bosco per il concerto dell’Orchestra da Camera Italiana ‘Antonio Vivaldi’.

Il folto pubblico presente in sala ha tributato calorosi e meritati applausi ai giovani esecutori vincitori di numerosi Concorsi musicali Nazionali ed Internazionali.

Grande successo ha ottenuto, ieri sera a Vallecrosia nella Sala dell’ Oratorio di Don Bosco, per il concerto dell’Orchestra da Camera Italiana ‘Antonio Vivaldi’.

Sotto la precisa direzione del M° Roberto Allegro sono stati eseguiti 3 concerti del famoso ‘prete rosso’ e, nella seconda parte della serata, le arcinote ‘Quattro Stagioni’.
Il folto pubblico presente in sala ha tributato calorosi e meritati applausi ai giovani esecutori vincitori di numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali, Ludovico Allegro, Flauto traverso, Federico Allegro, Oboe, Lucia Allegro, Violino.

I giovani artisti sono stati presentati dal M° Marco Magliano, Direttore Musicale della Rassegna di Vallecrosia.

(Sanremo News, 05/01/ 2013)

L’ORCHESTRA VIVALDI HA PORTATO L’EMOZIONE IN MUSICA.
Precisi come la vista di un’aquila, dolci, leggeri e piacevoli come la carezza amorosa di una mamma così l’esecuzione  dell’Orchestra da Camera Italiana “Antonio Vivaldi” diretti da Roberto Allegro che sabato scorso 9 febbraio ha portato sul palco dell’Auditorium cittadino musiche di Antonio Vivaldi…..
….. il via alla prima parte del concerto dove l’Orchestra da camera ha potuto esprimere le proprie grandi potenzialità. Poi l’intervento prima di Federico Allegro e successivamente in coppia con il fratello Ludovico con il flauto. La seconda parte è stata tutta dedicata a una delle composizioni più famose di Antonio Vivaldi, “Le Quattro stagioni” che hanno visto eccellere, nella parte di solista, la quattordicenne Lucia Allegro al violino. Fra le sue mani il violino Laurent Thomas di liuteria francese del 1741 ha reso pienamente l’intensità e la leggerezza delle note….                                            

(La Lomellina,  13/02/2013)

 

VIVALDI, UN FIUME DI APPLAUSI IN AUDITORIUM.

I Solisti dell’Orchestra da Camera Italiana “Antonio Vivaldi” conquistano il pubblico dell’Auditorium. L’ensemble musicale diretto dal M° Roberto Allegro ha regalato al numeroso pubblico presente in sala una serata di grande musica con le opere più celebri del “prete rosso”…..             

(L’Informatore Lomellino, 13/02/2013)

La Musica di Nardini e Vivaldi strega il pubblico presente in Teatro

SANT’ANGELO LOMELLINA – La musica del livornese Pietro Nardini e del veneziano Antonio Vivaldi hanno stregato i presenti, sabato scorso 6 aprile, presso il teatro della Società Agricola Santangelese, al “Concerto di primavera” presentato dai Solisti dell’Orchestra da Camera Italiana “Antonio Vivaldi” diretti dal maestro Roberto Allegro. Si tratta di una orchestra formata non solo da musicisti di grande valore, ma anche da giovanissimi esecutori di elevatissimo livello: Ludovico Allegro, 11 anni, al flauto, Federico Allegro, 12 anni, con l’oboe e Lucia Allegro, 14 anni, al violino. Tre ragazzi che sul palco hanno tenuto testa nel ruolo di solisti agli altri musicisti: le violiniste Maria Grazia Guerra e Claudia Pesenti, alla viola Angelo Galante, al violoncello Francesco Mario Bossoni, clavicembalo e direzione Roberto Allegro. Il via è stato con l’esecuzione di un brano particolarmente intenso di Pietro Nardini, musicista livornese del Settecento che ha visto nella parte del violino solista Alessandro Gariboldi. Quindi il resto della serata prevedeva esecuzioni di musiche di Antonio Vivaldi. Ad aprire la pagina del musicista veneziano, come solista, è stato il giovane Ludovico Allegro, 11 anni, che con il suo flauto ha incantato i presenti, seguito dal fratello Federico, 12 anni, con l’oboe. Quindi il concerto si è avviato alla parte conclusiva con l’esecuzione delle famose e impegnative “Quattro stagioni” dove solista è stata Lucia Allegro, 14 anni, al violino. “Ringrazio i musicisti per la bella serata – dichiara soddisfatto don Enea Cassinari, parroco di Sant’Angelo – la Società Agricola Santangelese per aver messo a disposizione il teatro, l’Avis locale per la sponsorizzazione e tutti i presenti che con le offerte raccolte nella serata contribuiscono alle esigenze della Parrocchia”. Giorgio Giuliani

(La Lomellina, 10/04/2013)

SUCCESSO PER DA BACH AI BEATLES
S. Cassiano: che spettacolo! Applausi per il Baroque Classic Ensemble

Entusiasmanti riscontri ottenuti dal concerto “ Da Bach ai Beatles”, andato in scena nella serata di sabato scorso. Sul palco il Baroque Classic Ensemble, formazione che schiera Ludovico Allegro, Matteo Terzaghi, Maurizio Terzaghi (flauti), Federico Allegro (oboe), Lucia Allegro (violino), Davide Deambrogi (contrabbasso), Roberto Allegro e Vittoria AIcardi (pianoforte).” La sala gremita di pubblico- commenta Mina Colli, Presidente dell’Associazione Culturale San Cassiano- ha reso merito al talento degli artisti, che hanno offerto uno spettacolo davvero eccezionale”.

(La Lomellina, 22/05/2013)

SANT’ANGELO LOMELLINA – Auguri in musica, durante l’apprezzato concerto di Natale che il Circolo “Società agricola Santangelese” ha voluto offrire, con perfette esecuzioni della formazione cameristica di Roberto Allegro, domenica scorsa 8 dicembre. Una ensemble composta da musicisti provenienti da varie ed importanti esperienze artistiche tutte di altissimo livello. Ma caratterizzata dalla presenza di quattro giovanissimi musicisti, veri talenti della musica classica e vincitori di numerosi concorsi musicali. La formazione era composta da Ludovico Allegro, Matteo e Maurizio Terzaghi ai flauti traversi, Federico Allegro all’oboe, Lucia Allegro alla viola e violino ed al pianoforte Roberto Allegro e Vittoria Aicardi. L’Orchestra da camera ha presentato le più famose arie natalizie spaziando da Bach, a Handel, da Mozart a Sant’Alfonso de’ Liguori ad altri vari autori. Musiche che nel bel teatro recentemente restaurato hanno fatto staccato dalla realtà per entrare nel magico mondo delle sette note. Una serata che, come sempre quando ad esibirsi sono musicisti di altissimo livello, con grande “leggerezza” e bravura hanno creato una piacevole, calda atmosfera. Il concerto si è concluso con un bis particolare, la Marcia trionfale dell’Aida, a ricordo del bicentenario della nascita del grande compositore Giuseppe Verdi. Giorgio Giuliani

(La Lomellina, 11/12/2013)

Ecco Bach in versione “ripulita”.

Una lunga e minuziosa ricerca di due studiosi lomellini

nelle biblioteche di mezza Europa per trovare le fonti originali.

MARIO MAININO (L’INFORMATORE, 18 aprile 2005)